Home Politica e Istituzioni Documenti 06-05-2015: unitaria a INPS-Certificazione Unica Artisti

06-05-2015: unitaria a INPS-Certificazione Unica Artisti

06-05-2015: LETTERA UNITARIA AD INPS SU CERTIFICAZIONE UNICA ARTISTI

Clicca qui per scaricare l'allegato

Le scriventi Organizzazioni Sindacali avevano segnalato in data 12 gennaio 2015 a SOSE SpA e SOGEI le problematiche sorte per le partite IVA degli artisti, successivamente all’introduzione della Certificazione Unica, chiedendo contestualmente un incontro. Non avendo ricevuto risposta le stesse OO.SS. hanno inviato in data 22 gennaio una richiesta di audizione al MEF e all’Agenzia delle Entrate, non ricevendo neppure in questo caso, alcuna risposta.

Il problema che vogliamo sollevare è urgente ed importante e riguarda gli artisti (attori, doppiatori,..) che, per l’ambito contributivo, sono le uniche figure autonome che vengono gestite come dipendenti, ossia la contribuzione viene trattenuta e versata dal committente.

Sino allo scorso anno nell’attestato di ritenuta d’acconto venivano giustamente espresse le trattenute Enpals: infatti solo il committente poteva dimostrare di averle versate, come avviene per la ritenuta d’acconto.

Questo non è più possibile con l’avvento della certificazione unica e della fatturazione elettronica, dovuta nel caso in cui gli artisti prestino la loro attività presso teatri pubblici.

Evidentemente il Ministero delle Finanze e l’Agenzia delle Entrate ignorano la problematica, e fino ad oggi hanno manifestato assoluto disinteresse a risolverla.

Neppure la richiesta inviata dalle scriventi alle controparti datoriali ha sortito alcun effetto, stante che le attuali norme non obbligano i committenti a rilasciare ricevuta per la trattenuta Enpals effettuata.

Attualmente quindi gli artisti si trovano nell’assurda situazione di veder giustamente ridotto l’importo concordato con le committenze per la parte della ritenuta d’acconto e per la parte della contribuzione, senza aver in alcun modo evidenza di quest’ultima trattenuta.

Richiediamo pertanto che l’Istituto si attivi presso i committenti affinché certifichino agli artisti le trattenute contributive effettuate o, in alternativa, che si attivi presso il MEF per un chiarimento circa gli obblighi contributivi degli artisti e la particolarità che li riguarda e, quindi, la necessità di intervenire urgentemente sul modello previsto per la certificazione unica e la fattura elettronica.

In attesi di riscontro porgiamo distinti saluti.

 

LE SEGRETERIE NAZIONALI

vediamoci su facebook