Home Politica e Istituzioni Comunicati 18-06-2014:Disoccupazione lavoratori dello spettacolo-Inps non eroga o eroga solo parz. MiniAspi

18-06-2014:Disoccupazione lavoratori dello spettacolo-Inps non eroga o eroga solo parz. MiniAspi

18-06-2014: Sai Slc Cgil Campania: DISOCCUPAZIONE LAVORATORI DELLO SPETTACOLO: INPS NON EROGA O EROGA SOLO PARZIALMENTE LA MINIASPI

Dal primo gennaio 2013 i lavoratori dello spettacolo sono aventi diritto del sussidio di disoccupazione (aspi e mini aspi). In quest'anno e mezzo, insieme ai lavoratori, abbiamo riscontrato enormi falle nel sistema INPS.

I casi di mancata erogazione sono molteplici e di disparata motivazione.

Le richiesta da parte di diversi lavoratori dello spettacolo, di rendere pubblica la problematica, ci hanno spinto a informare l'intera categoria, perché la logica del silenzio o del ”tanto io l'ho scampata” non funziona più.

L'individualismo può essere una grande dote sotto il profilo artistico, ma non lo è sotto il profilo previdenziale e in materia di diritto del lavoro.

Diverse INPS territoriali, verificando le domande di disoccupazione, stanno analizzando tutte le domande erogate prima del 2013 e cioè prima che il diritto fosse esteso alla categoria, chiedendo una restituzione totale delle somme erogate prima di quella data.

Le modalità di recupero di queste somme sono molteplici:

-Mancata erogazione del sussidio di disoccupazione dovuto a compensazione totale o parziale del debito, spesso senza motivazione al lavoratore;

-erogazione della somma spettante a saldo parziale, spesso senza motivazione al lavoratore;

-invio del bollettino per il pagamento entro 90 giorni.

Questi sono i tre casi affrontati da noi, ma sicuramente possono esserci altri casi.

Questa situazione si sta allargando a macchia d'olio e, visto che il sistema elabora il tutto in maniera meccanica, crediamo che il problema possa coinvolgere anche i lavoratori che non effettuano la richiesta di disoccupazione, dato che per l’INPS queste somme vengono viste come un recupero credito e il lavoratore, in caso di mancato pagamento, come moroso nei confronti dell'ente, che farà innescare tutti i meccanismi di recupero.

L’INPS può esigere il pagamento della somma fino a dieci anni prima della data del riconoscimento del diritto.

Per far si che i lavoratori dello spettacolo abbiano un peso specifico nelle vertenza da intraprendere, c'è bisogno di compattezza, unità e coesione, evitando che si continuino a perpetrare atteggiamenti di indifferenza, superficialità o, peggio, rassegnazione.

SAI Slc Cgil Campania

Per contatti in merito alla vertenza: Antonio Crispino cell. 3335920749.

vediamoci su facebook